• RSS
  • youtube
Home  -  Italia  -  Medicinali contraffatti:il record è del Viagra

Medicinali contraffatti:il record è del Viagra

Medicinali contraffatti:il record è del Viagra Medicinali contraffatti:il record è del Viagra

Tag:  cosmetici integratori medicinali contraffatti sostanze tossiche viagra

di Nadia Francalacci

Il farmaco contraffatto può provocare danni gravi e portare persino alla morte. Ma gli italiani non ci rinunciano. Anzi. Dai dati dei sequestri effettuati dai carabinieri dei Nas, dalla Agenzia delle Dogane e anche dalla Guardia di Finanza, l’acquisto online e l’utilizzo di medicinali  per la cura di disfunzioni erettili e della caduta dei capelli sta aumentando in modo vertiginoso. Ovviamente all’appello non possono mancare integratori alimentari, sostanze dopanti e cosmetici tossici a prezzi “low”. Che rimangono comunque acquisti in rete piuttosto importanti.

Ma le pillole dell’amore, però, primeggiano.  Il tadalafil, il sildenafil e il vardenafil, principi attivi che trovano impiego nelle cura della disfunzione erettile sono quelli più richiesti  e acquistati assieme al minoxidil che riduce o arresta(se pur temporaneamente) la caduta dei capelli.  Sostanze che miscelate senza nessun controllo e provenienti per la maggior parte dall’Asia e dal sud Africa, possono causare gravissime patologie come ictus, infarti, disfunzioni epatiche, ipertensione e persino la morte. Come è accaduto nel 2008 negli Stati Uniti per l’eparina contraffatta che in poche settimane ha causato il decesso di 62 persone.

Ma questo aspetto sembra proprio non interessare il consumatore “abusivo” che per vergogna e in nome di un risparmio  che si oscilla tra il 20 e il 40 per cento, continua ad ordinarlo via internet e al di fuori di ogni controllo  e prescrizione medica.

Solamente nei primi nove mesi di quest’anno la Dogana ha sequestrato 23 milioni di medicinali contraffatti e di contrabbando. A questi bisogna aggiungere  quasi un milione di medicinali non ammessi  dal SSN, ovvero 958.609 pezzi, e un maxi sequestro di 3 milioni di preservatiti contraffatti per un totale che supera i 26 milioni di pezzi.

Nel 2008 sono state più di 2mila  le confezioni di Viagra sequestrate, nel 2010 ne furono intercettate 10 mila tra capsule e compresse e solo nei primi mesi di quest’anno oltre le 50 mila confezioni.   Per riuscire a comprendere chiaramente  l’incremento massiccio  del traffico  di medicinali  contraffatti o semplicemente di contrabbando, basta mettere a confronto i dati dei sequestri dello scorso anno con quelli effettuati  solamente nei primi nove mesi del 2011.

Nei dodici mesi del 2010 i pezzi sequestrati sono stati 995.974 per un valore commerciale di 919 mila euro. Da gennaio a settembre scorso, invece, la Dogana  in collaborazione con le altre forze di polizia ha bloccato 23milioni e114.877medicinali che sul mercato avrebbero fruttato ai privati e alle organizzazioni criminali più di 6 milioni e 707 mila euro.

Cifre davvero  impressionanti. Ma questi numeri  escludono  gli integratori alimentari e i cosmetici per lo più di fabbricazione cinese che contengono sostanze altrettanto pericolose per la salute di chi ne fa uso.

Dal gennaio 2010 a ottobre 2011 i carabinieri del Nas hanno sequestrato e distrutto più di 1 tonnellata di integratori alimentari (388.849 compresse) e quasi 2,5 tonnellate di cosmetici o materie prime per la loro fabbricazione tra queste  7.324  fiale di botulino destinate alla chirurgia estetica.

“Per incentivare l’attività di contrasto alla contraffazione dei farmaci e ai prodotti che non rispettano la normativa in materia di salute- spiega a Panorama.it Paolo Raimondi, Responsabile comunicazioni esterne  è stato firmato tra l’Agenzia e Farmaindustria  un memorandum  finalizzato  ad una maggiore e reciproca collaborazione nonché ad arricchire la banca dati  multimediale  utilizzata nella lotta alla contraffazione Falstaff”.

Intanto solo pochi giorni fa l’ultimo sequestro del Nas in provincia di Alessandria: 2.300 confezioni di cosmetici tossici , 2 quintali di materie prime v(olii, grassi, unguenti) destinate alla fabbricazione dei prodotti di bellezza ormai scaduti da anni e 2 tonnellate di erbe  con le quali potevano essere prodotte 4 milioni di compresse. “Molto spesso questi prodotti contengono  idrochinone, metalli e acidi che sono sostanze pericolosissime per la salute che possono generare dermatiti da contatto e reazioni allergiche persino letali” precisa il capitano Renato Giraudo, comandante del Nas di Alessandria. Nel corso del blitz i militari dell’Arma hanno sequestrato due aziende , entrambe con sede nella provincia piemontese.

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Commenti
TUTTI
PIÙ POPOLARI
Loading...
Loading...
Nessun commento inserito
  • Per commentare gli articoli devi essere iscritto a panorama.it
  • Puoi farlo anche utilizzando il tuo account facebook

Sondaggio

  • Chiudere l'Ilva di Taranto?

    Di fronte ai gravi problemi di salute che provocano gli impianti alla cittadinanza tarantina, non è meglio pensare di...

    • Tenere aperti gli impianti: per il Sud, e per l'Italia, sarebbe un'ecatombe

    • Chiudere gli impianti: né i privati né lo Stato sono in grado di fare fronte agli investimenti necessari per produrre acciaio senza procurare danni

  • Seleziona una delle voci del sondaggio

  • Hai già votato per questo sondaggio

  • Altri sondaggi
  • Chiudere l'Ilva di Taranto?

    I Risultati:

    • Tenere aperti gli impianti: per il Sud, e per l'Italia, sarebbe un'ecatombe
    • 0%

    • Chiudere gli impianti: né i privati né lo Stato sono in grado di fare fronte agli investimenti necessari per produrre acciaio senza procurare danni
    • 0%

  • Altri sondaggi
 
 
 
RC Auto: risparmia fino a 500€!

Confronta 18 assicurazioni e risparmia!

Mutui: risparmia fino a 15.000€!

Confronta le offerte delle migliori banche!

Prestiti: risparmia fino a 2.000€!

Confronta le migliori finanziarie e risparmia

 

Documento senza titolo


    • Cosa si dice su #DiPietro

TOP 10 DI PANORAMA Italia

ITALIA