• RSS
  • youtube
Home  -  Italia  -  La fine della Seconda Repubblica? Un film già visto

La fine della Seconda Repubblica? Un film già visto

Le indagini sulla P4, l'arresto di Lele Mora ci riportano al clime del '92 quando esplose Tangentopoli che portò alla fine della Prima Repubblica

La fine della Seconda Repubblica? Un film già visto La fine della Seconda Repubblica? Un film già visto

Tag:  Luigi-Bisignani P4 sasso nello stagno Tangentopoli

L'impressione sfogliando le prime pagine dei giornali dove affiorano di giorno in giorno i nomi dei personaggi coinvolti nell'inchiesta sulla cosiddetta P4 (e in altre inchieste note al grande pubblico e ancora in corso) è quella di un film già visto, se non addirittura del déjà - vu. Una pellicola del '92, passata alla storia come Tangentopoli.

Anche oggi come allora i protagonisti, e le comparse, del polverone mediatico - giudiziario sono politici e faccendieri (così, a volte, vengono chiamati in Italia i lobbisti) - spesso gli stessi della Prima Repubblica, come Luigi Bisignani - ma anche manager e personaggi del mondo dello spettacolo. Una rete che ingloba l'intera classe dirigente della Seconda Repubblica, da destra a sinistra, dal pubblico (Eni, Rai, Finmeccanica, Ferrovie dello Stato) ai salotti della finanza. Ma le differenze, rispetto ai tempi di Mani Pulite, ci sono. Eccome.

Allora il primo arresto, da cui scaturirono le indagini, fu quello di Mario Chiesa: sorpreso mentre intascava una tangente e improvvidamente definito un mariuolo da Bettino Craxi. Oggi invece ad innescare la bomba ad orologeria che potrebbe provocare la deflagrazione del bipartitismo, e del sistema di potere politico - economico ad esso connesso, è l'arresto per bancarotta di Lele Mora , e quello di Luigi Bisignani. Che ai tempi di Tangentopoli finì nei guai per i finanziamenti illeciti alla Dc . Mentre ora è indagato per favoreggiamento . Diciannove anni fa la procura di Milano cercava mazzette, ovunque. Oggi quella di Napoli non si sa bene che cosa. Per lo più favori e ricatti. Ma pur nelle differenze sul piano giudiziario queste ultime vicende, soprattutto sul fronte mediatico, è probabile che portino al medesimo risultato: nel 92' la magistratura liquidò un'intera classe dirigente che aveva governato fino ad allora l'Italia. Domani a cedere sarà non solo il berlusconismo, ma anche quel sistema fondato su due coalizioni e su una legge elettorale fortemente maggioritaria che il Cavaliere ha contribuito più degli altri a stabilizzare negli ultimi 17 anni in Italia e che costituisce il tratto istituzionale distintivo della Seconda Repubblica.

E come sarà la Terza Repubblica? «Il fatto nudo e crudo», secondo Giampiero Mughini «è che la Seconda Repubblica nata sull'onda di Tangentopoli e sull'illusione del bipartititismo (o di qua o di là) è andata in pezzi». E il futuro - a detta di tutti - è a tinte fosche. Con una sola certezza: una manovra lacrime e sangue sui conti pubblici per evitare il peggio. Come accadde, del resto, negli anni '90.

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Commenti
TUTTI
PIÙ POPOLARI
Loading...
Loading...
Nessun commento inserito
  • Per commentare gli articoli devi essere iscritto a panorama.it
  • Puoi farlo anche utilizzando il tuo account facebook

Sondaggio

  • Chiudere l'Ilva di Taranto?

    Di fronte ai gravi problemi di salute che provocano gli impianti alla cittadinanza tarantina, non è meglio pensare di...

    • Tenere aperti gli impianti: per il Sud, e per l'Italia, sarebbe un'ecatombe

    • Chiudere gli impianti: né i privati né lo Stato sono in grado di fare fronte agli investimenti necessari per produrre acciaio senza procurare danni

  • Seleziona una delle voci del sondaggio

  • Hai già votato per questo sondaggio

  • Altri sondaggi
  • Chiudere l'Ilva di Taranto?

    I Risultati:

    • Tenere aperti gli impianti: per il Sud, e per l'Italia, sarebbe un'ecatombe
    • 0%

    • Chiudere gli impianti: né i privati né lo Stato sono in grado di fare fronte agli investimenti necessari per produrre acciaio senza procurare danni
    • 0%

  • Altri sondaggi
 
 
 
RC Auto: risparmia fino a 500€!

Confronta 18 assicurazioni e risparmia!

Mutui: risparmia fino a 15.000€!

Confronta le offerte delle migliori banche!

Prestiti: risparmia fino a 2.000€!

Confronta le migliori finanziarie e risparmia

 

Documento senza titolo


    • Cosa si dice su #DiPietro

TOP 10 DI PANORAMA Italia

ITALIA