• RSS
  • youtube
Home  -  Italia  -  Falsi certificati Asl per la patente, un ottantenne scopre la truffa

Falsi certificati Asl per la patente, un ottantenne scopre la truffa

 Falsi certificati Asl per la patente, un ottantenne scopre la truffa  Falsi certificati Asl per la patente, un ottantenne scopre la truffa
di Nadia Francalacci

AAA vendesi patente per ultraottantenni. L’annuncio non era stato certamente reclamizzato su un giornale della Capitale ma in un quartiere di Roma ben si sapeva come riuscire a procurarsi il rinnovo della patente di guida se si era superata la soglia degli ottant'anni  e si rientrava nella categoria a rischio rinnovo. Il tam tam sul metodo “adottato” nella Asl di via San Benedetto del Tronto dove ha sede la Commissione medico locale patenti speciali, non aveva impiegato poi molto a diffondersi. Proprio in quegli uffici un 45enne di origini napoletane portava a segno le truffe fingendosi un dipendente della motorizzazione distaccato presso quella sede Asl; una parte recitata davvero in maniera eccellente tanto da riuscire ad ingannare anche i veri impiegati della Azienda sanitaria.  Non solo, era riuscito a coinvolgere anche altre tre persone, tutti truffatori come lui.  

La banda, infatti era composta da quattro uomini ognuno con compiti specifici. Il falso impiegato riusciva a procurarsi i moduli in bianco utilizzati dalla Commissione medico locale patenti speciali e dopo averli compilati usando terminologie tecniche e mediche aderenti a quelle vere, vi apponeva i relativi timbri. Successivamente a siglare i moduli ci pensava un 75enne di Foggia.

Una volta pronti, i certificati venivano distribuiti ai destinatari. Tra questi anche giovani denunciati per guida in stato di ebbrezza e stupefacenti. Ma l’altro giorno qualcosa non è andato secondo i loro piani. Allo sportello si è presentato un ottantenne che evidentemente non era né cieco, né sordo e neppure diabetico e dopo aver ascoltato con attenzione la richiesta del napoletano di mille euro per il rilascio del certificato medico per il rinnovo della patente, se ne è andato. Sicuramente aveva capito che la procedura non era regolare perché dopo aver attraversato un isolato, è salito a bordo della propria automobile e ha raggiunto la caserma più vicina, denunciandolo . La banda pensava di raggirare l’ennesimo vecchietto ed invece è stato un vecchietto a fregare loro. Adesso tutti i componenti del gruppo sono agli arresti domiciliari per truffa e associazione a delinquere.

  • Vai a:
     
     
    ©RIPRODUZIONE RISERVATA
14
Commenti
TUTTI
PIÙ POPOLARI
Loading...
Loading...
Nessun commento inserito
  • Per commentare gli articoli devi essere iscritto a panorama.it
  • Puoi farlo anche utilizzando il tuo account facebook

Sondaggio

  • Chiudere l'Ilva di Taranto?

    Di fronte ai gravi problemi di salute che provocano gli impianti alla cittadinanza tarantina, non è meglio pensare di...

    • Tenere aperti gli impianti: per il Sud, e per l'Italia, sarebbe un'ecatombe

    • Chiudere gli impianti: né i privati né lo Stato sono in grado di fare fronte agli investimenti necessari per produrre acciaio senza procurare danni

  • Seleziona una delle voci del sondaggio

  • Hai già votato per questo sondaggio

  • Altri sondaggi
  • Chiudere l'Ilva di Taranto?

    I Risultati:

    • Tenere aperti gli impianti: per il Sud, e per l'Italia, sarebbe un'ecatombe
    • 0%

    • Chiudere gli impianti: né i privati né lo Stato sono in grado di fare fronte agli investimenti necessari per produrre acciaio senza procurare danni
    • 0%

  • Altri sondaggi
 
 
 
RC Auto: risparmia fino a 500€!

Confronta 18 assicurazioni e risparmia!

Mutui: risparmia fino a 15.000€!

Confronta le offerte delle migliori banche!

Prestiti: risparmia fino a 2.000€!

Confronta le migliori finanziarie e risparmia

 

Documento senza titolo


    • Cosa si dice su #DiPietro

TOP 10 DI PANORAMA Italia

ITALIA